Navigation

CSEF

CSEF – Nel 1956  nasce il Centro di Studi per l’Educazione Fisica a Bologna in via Guerrazzi, n°13 per opera di un gruppo ben compatto di studiosi di tale disciplina tra medici, provveditore e coordinatore di educazione fisica, allenatori, ricercatori storici e un gruppo di Educatori fisici, sarà aperto ai vari settori “nuovi” dell’Educazione fisica e sportiva, proponendo già una modernità dei vari indirizzi professionali che allora sembravano utopie, ma che oggi, invece, trovano conferma e che nel 1959 verrà riconosciuto giuridicamente dal MPI come ENTE MORALE, con D.P.R. 6/10/1959 n.1222. Promotore e primo Presidente fu il prof. Dott. Carlo Descovich.

Nel 1956 la letteratura tecnica sulla Educazione Fisica scarseggiava e ciò incoraggiò a produrre testi di tecnica e didattica per l’insegnamento dell’educazione fisica, per la preparazione atletica e per la tecnica sportiva, organizzando una biblioteca fruibile a tutti con testi di vario genere e utilizzando donazioni di materiali del prof. Mario Gallo (Venezia) figlio del prof. Pietro Gallo, uno dei Padri dell’Educazione Fisica italiana del 1800.

Il Centro di Studi per l’Educazione Fisica di Bologna a coronamento di un lungo e severo studio, confortato dal pieno assenso di Autorità, Studiosi e Sportivi, deliberava, il 4 febbraio 1959, la costituzione a Bologna di un “Istituto Superiore di Educazione Fisica” che non solo avrebbe colmato i vuoti nel campo dell’insegnamento scolastico, ma che incontrasse le necessità della formazione di tecnici sportivi qualificati per le varie Federazioni e Società Sportive riallacciandosi idealmente all’antica “Scuola Magistrale del Baumann” (1877) e alla Scuola Superiore di Educazione Fisica dell’Università di Bologna (1925).

Il neonato I.S.E.F. con sede a “Palazzo Felicini", stipulate convenzioni con gli Enti Locali e l’Università, riconosciuto legalmente il 20 ottobre 1959, inizia il primo Anno Accademico 1959/1960 e impegna il Centro Studi nel settore editoriale per offrire agli allievi una letteratura ampia e moderna editando volumi di tecnica e didattica dell’educazione fisica e organizzando Congressi e Seminari a livello Nazionale ed Europeo.

Trasferitosi poi con l’annessa Biblioteca il 7 giugno 1994 nella Sala Nannetti del Palasport di  Bologna, grazie all’infaticabile opera del prof. Carlo Descovich, al quale verrà intitolata, il 9 giugno 1999 darà vita in via Barberia, 24 alla Biblioteca Sportiva, grazie all’impegno del Presidente del Coni di Bologna, Prof. Francesco Franceschetti,  che raccoglierà i  patrimoni sparsi in città: FIEFS-CSEF, Centro Studi Reg. Fidal, fondo prof. Giorgio Bernardi e CONI Provinciale, ed entrerà nel pieno della sua attività con la catalogazione dei testi nel Sistema Bibliotecario Nazionale.

Nel 2016 con la realizzazione del Palazzo delle Federazioni e del Coni Reg. Emilia Romagna a Bologna anche la sede operativa del Centro Studi per l’Educazione Fisica e della Biblioteca Sportiva viene trasferita in un contesto moderno e con una maggior crescita del patrimonio librario (10.000 volumi catalogati) tra libri moderni (dal 1960 ad oggi) e libri storici (dal 1840 al 1959).

Per ulteriori informazioni: Centro Studi Coni